DIFENDI LA TUA PELLE

.

La pelle è il confmelanomaine tra organismo e ambiente esterno.

E’ la nostra prima difesa verso il mondo che ci circonda, ma è anche l’organo più esposto agli insulti ambientali, primo fra tutti il sole.

E’ quindi importante proteggerla.

E’ vero che una pelle abbronzata può apparire più sana, ma bisogna sapere che l’abbronzatura è, in primis, un meccanismo di difesa della pelle contro i danni dei raggi ultravioletti (UV).
Tale meccanismo attiva i melanociti che sono le cellule preposte alla produzione di melanina, pigmento che rende la pelle più resistente ai danni prodotti dall’esposizione al sole come le scottature solari e a quelli ritardati nel tempo come il precoce foto-invecchiamento e la cancerogenesi ( per maggiori approfondimenti clicca qui IL MELANOMA).

solari 2CON CHE COSA PROTEGGERSI

Ci si deve sempre proteggere con una crema solare che non deve essere considerata un lasciapassare per abbronzature “selvagge”.
Il fattore di protezione (SPF) deve essere inversamente proporzionale al proprio fototipo: tanto più la pelle è chiara, tanto più alto dovrà essere il fattore di protezione.

I filtri solari sono di due tipi:  fisici e chimici.
Il primo tipo contiene sostanze minerali, co me zinco e titanio, che riflettono i raggi solari. Lasciano quella classica patina bianca sulla pelle e, talvolta, non sono ben visti, nonostante siano assolutamente efficaci.
I filtri chimici contengono sostanze chimiche che neutralizzano i raggi ultravioletti. Le creme che contengono entrambi i filtri sono quelli che assicurano la protezione più completa, ovvero proteggono sia dai raggi UVB che dagli UVA.

I raggi UVA sono responsabili dei danni cutanei mentre gli UVB  sono responsabili dell’invecchiamento e degli eritemi.

CHI SI DEVE PROTEGGERE

Prima dei 6 – 8 mesi i bambini non dovrebbero essere esposti ai raggi solari. Nelle ore meno calde della giornata (ovvero fino alle nove del mattino e dopo le cinque-sei della sera) è d’obbligo applicare loro una crema solare a schermo altissimo.Questo tipo di precauzione va tenuta fino ai sei anni d’età.
Successivamente, possono usare uno schermo minimo 30 da applicare più volte durante l’esposizione che non deve, comunque, protrarsi più del dovuto.

UNA BUONA PROTEZIONE IN ETA’ PEDIATRICA FA DA PREVENZIONE ALLO SVILUPPO DEI MELANOMA IN ETA’ ADULTA

Queste informazioni sono solo a carattere divulgativo. Non vogliono sostituirsi al parere professionale del Medico.
Per ogni ulteriore informazione o se si necessita di una diagnosi, consultate il medico o il dermatologo.